Schneider Electric - Magrini Bergamo

STORIA

ORGANIGRAMMA

TESSERAMENTO

CONTATTI


 

STORIA

INCIPIT
Nell’anno 1952 - 60 anni fa, su interessamento diretto della Presidenza della Società e della classe dirigente, in particolare dell’Ing. Carlo Crippa, si è costituito in Azienda, nell’ambito delle Relazioni Sociali della Direzione del Personale, il “Gruppo Anziani d’Azienda Magrini S.A.”, geloso custode dell’inestimabile valore del patrimonio tecnico, culturale e storico aziendale.

Esserne Soci, oggi come allora, significa condividere ideali, valori e principi statutari, significa contribuire a dare sempre maggior peso al Gruppo e al suo impegno per mantenere vivo lo spirito e per garantire la coesione di tutti attorno alla “bandiera dell’A.N.L.A. Schneider - Magrini”. Significa, in primo luogo, “essere e sentirsi orgogliosamente uomini /donne della Magrini”. Da quella data il nostro Gruppo, subito caratterizzato da un forte spirito di condivisione, è sempre stato associato leale all’A.N.L.A. Nazionale nata nel 1949.

Ora A.N.L.A. Schneider – Magrini ha la sua Sede Legale presso l’Azienda Schneider Electric in Stezzano e un altro punto di riferimento (Ufficio) presso la Sede Provinciale A.N.M.I.C. (Associazione Nazionale Mutilati ed invalidi civili), presso cui alcuni nostri Soci (n. 8) prestano servizio di Autisti volontari a favore di persone bisognose di aiuto, con pulmini dell’A.N.M.I.C. Dalla nascita del Gruppo (1952) l’Azienda offriva agli Associati (al maturare dei 20-30-35-40 anni anzianità aziendale) diversi riconoscimenti anche economici, compresi i contributi a sostegno delle iniziative ANLA, riconoscimenti venuti, via via ad essere nel corso degli anni, sensibilmente ridotti; Venne per diversi anni mantenuto il riconoscimento del distintivo A.N.L.A. in oro all’atto dell’adesione al Gruppo e, al pensionamento, la consegna da parte del Presidente e dell’A.D. della Società di una medaglia d’oro, o diploma nel corso di una sontuosa cerimonia con pranzo finale. Cerimonie e manifestazioni si svolgevano presso il Centro Direzionale dello Stabilimento di Bergamo con la partecipazione di familiari ed invitati.

Dal 1984, passando l’Azienda Magrini al Gruppo Merlin Gerin – poi Siemens/Va Tech e infine Schneider Electric - sono cessati anche questi ultimi riconoscimenti, ma nel frattempo abbiamo dato corso ad altre iniziative culturali quali il Premio di Laurea e di Studio per i figli meritevoli dei dipendenti e Soci A.N.L.A. oltre al premio “Progetto di Sostegno” a studenti dell’Istituto Esperia e Istituto Cesare Pesenti. Nel settore della Cultura l’Azienda Schneider Electric, le Istituzioni Pubbliche e Private e Soci sostengono e stimolano con convinzione le iniziative A.N.L.A. Nell’Assemblea straordinaria del 19 Dicembre 2008 il nostro Gruppo, ha deciso di confermare la denominazione ufficiale di: “ Gruppo Anziani d’Azienda” .

Il Gruppo si è fatto carico nell’ultimo decennio della organizzazione / gestione delle Cerimonie per la consegna di targa personalizzata ai Soci Quiescenti OVER 80, nonché dell’organizzazione di gite e soggiorni, pranzo sociale, ecc. e dell’annuale e molto partecipata celebrazione, a fine novembre, di una S. Messa nella Chiesa del Sacro Cuore nel Quartiere Carnovali (BG) in suffragio di tutti Soci A.N.L.A. defunti. Non possiamo dimenticare la segnalazione fatta dal Gruppo A.N.L.A. Schneider – Magrini, alla Camera di Commercio di Bergamo, per l’inserimento della “Nuova Magrini Galileo di Bergamo” nel Registro delle Imprese Storiche Centenarie di Bergamo, in occasione del 150° Anniversario dell’Unità d’Italia, ed il 16 Dicembre dalla Camera di Commercio è stato consegnato al Presidente l’Attestato e la Medaglia d’oro.

Quest’anno è stata applicata sul fronte anteriore della Torretta ex Magrini una Targa ricordo della Sede e Stabilimento Magrini – Targa in marmo bianco offerta da Amici e sostenitori A.N.L.A. La politica associativa fin qui condotta dal Gruppo e che intende continuare, si svolge prestando molta attenzione alla dignità morale, ai valori etici ed ai vari problemi dell’Anzianato del lavoro: A tutti coloro che con il loro lavoro, la loro abnegazione, il loro patrimonio di conoscenze e competenze ed il loro appassionato entusiasmo, hanno fatta grande “La Magrini”, ammirata ed invidiata nel tempo, ed in tutto il mondo infondendo nella storia un nome ed un marchio di sicurezza, va il nostro sincero grazie per l’opera svolta.

Ultimamente, ed in particolare nel corso dell’anno 2005, il nostro Gruppo ha contribuito in modo determinante nel manifestare tutta la sua attenzione e collaborazione per la riuscita delle cerimonie commemorative, (in primo luogo il 90° di Fondazione “1994” e in secondo luogo l’organizzazione del “Centenario della nostra gloriosa ed indomita MAGRINI”), che hanno richiamato in Bergamo, diverse autorità e personaggi di Aziende del Settore sia nel 90° che nel Centenario della Fondazione della Società Magrini.

MAGRINI
La nostra storia inizia nel 1904, quando l'ing. Luigi Magrini fonda a Bergamo il «Laboratorio Elettrotecnico ing. Luigi Magrini» e costruisce, in fregio alla via che oggi ne porta il nome, uno stabilimento per la progettazione e la costruzione di apparecchiature elettriche. Dopo l'inizio dedicato allo sviluppo di apparecchi per reti di bassa tensione, prende rapidamente consistenza la produzione di interruttori e sezionatori per le tensioni più elevate allora in uso. Già nel 1906 escono dalla fabbrica i primi apparecchi per 60.000 V, nel 1915 quelli per 150.000 V, nel 1926 quelli per 250.000 V. Nel 1929 inizia un rapporto di collaborazione con la Westinghouse americana che contribuirà a dare grande impulso all'attività tecnica e alla modernità dei prodotti. Agli inizi degli anni trenta la Magrini è la prima ditta europea a costruire interruttori a soffio magnetico per media tensione e scatolati per bassa tensione; vengono anche sviluppati gli interruttori ad olio ridotto per alta tensione ed inizia la produzione di scaricatori. In questo periodo si registrano anche le prime importanti forniture all'estero, fra le quali le apparecchiature elettriche per la centrale di Dnieprojetrovskaia in U.R.S.S.

Nel 1937 l'impresa assume la ragione sociale Magrini S.A. Il dopoguerra trova la Magrini impegnata prima nella ricostruzione del sistema italiano di produzione e trasporto dell'energia elettrica, quindi nel far fronte alle richieste di un mercato che lo sviluppo economico del Paese rende sempre più importante. Nello stesso periodo si amplia fortemente l'attività di esportazione, tanto che la Magrini si colloca ormai fra le grandi ditte mondiali del settore: oggi l'esportazione rappresenta quasi la metà del giro d'affari. Per coordinare e favorire la fornitura all'estero di impianti completi di generazione e di distribuzione dell'energia elettrica, la Magrini da vita nel 1953, unitamente ad alcune delle maggiori industrie elettromeccaniche italiane (quali Ansaldo, Franco Tosi, Riva, Ercole Marelli, Italtrafo), al G.I.E.- Gruppo Industrie Elettromeccaniche per Impianti all'Estero. Il rapido sviluppo che contraddistingue questo periodo trova riscontro nella costituzione della consociata Fabbrica Italiana Relè con stabilimento a San Pellegrino Terme, in provincia di Bergamo (1958), e della consociata Magrini Meridionale con stabilimento a Casavatore in provincia di Napoli (1960). Nello stesso periodo (1959) inizia la costruzione di un nuovo stabilimento Magrini a Stezzano, in provincia di 'Bergamo. Viene così avviata un'opera di razionalizzazione delle produzioni che vede affidati alla F.I.R. i relè di protezione ed ausiliari, alla Magrini Meridionale gli interruttori scatolati di bassa tensione e allo stabilimento di Stezzano i quadri protetti.

Nel 1962 la Magrini entra a far parte del Gruppo Edison. A questo Gruppo fa capo la «Officine Elettromeccaniche Scarpa & Magnano», costituita nel 1919 a Savona, che ha una lunga tradizione nel campo delle apparecchiature elettriche di media e di alta tensione: in particolare nel campo degli interruttori ad olio ridotto e ad aria compressa e dei trasformatori di misura. Le due imprese si fondono nel 1965, dando luogo alla «Magrini • Fabbriche Riunite Magrini Scarpa e Magnano» Nel 1967 nasce la Montedison, a seguito della concentrazione fra la Società Edison e la Montecatini S.p.A.) Quest'ultima detiene il capitale della «Officine Elettromeccaniche Galileo di Battaglia Terme», altra grande azienda operante nel settore delle apparecchiature elettriche. La «Officina Elettromeccanica Galileo di Battaglia Terme», nata nel 1902 come impresa meccanica derivante da un complesso artigianale di origine remota, era stata incorporata nel 1931 nelle «Officine Galileo» di Firenze: Società, quest'ultima, che già dal 1911 si occupava di apparecchiature elettriche. Tale produzione venne trasferita, dopo l'ultima guerra mondiale, a Battaglia Terme, ove trovò sviluppi tanto interessanti da consigliare, nel 1949, la separazione dello stabilimento dalle «Officine Galileo» di Firenze e la costituzione di una Società indipendente. Nello stabilimento di Battaglia Terme, oltre alle produzioni elettromeccaniche di media e di alta tensione, fra le quali meritano un cenno particolare gli interruttori ad olio ridotto e ad aria compressa e i trasformatori di misura, ha sede anche un'importante attività nel settore meccanico: paratoie, griglie e sgrigliatori per impianti idroelettrici, gru Industriali e portuali, impianti di trasporto, impianti per il trattamento delle acque di alimento caldaia.

La Magrini di Bergamo e la Galileo di Battaglia Terme costituiscono, in seno al Gruppo Montedison, due partecipazioni di grande importanza nel settore elettromeccanico: allo scopo di razionalizzare tali attività, le due società si concentrano nel 1973 e danno luogo all'attuale «Magrini Galileo S.p.A.». Alla fine del 1978 l'intero pacchetto azionario della Magrini Galileo viene acquistato dalla Bastogi - I.R.B.S., Società finanziaria che opera nel settore elettromeccanico attraverso un'apposita Divisione, a cui appartiene anche la Soc. Istrumenti di Misura C.G.S. con sede a Monza che opera con successo da molti anni nella produzione di strumenti e contatori elettrici e di trasformatori dì misura. Azioni impostate nel recente passato per una migliore razionalizzazione produttiva del Gruppo MAGRINI GALILEO, che ha la Sede Sociale, la Direzione Generale e la Direzione Commerciale a Bergamo, hanno portato al seguente assetto degli stabilimenti. Lo Stabilimento di Bergamo produce quadri blindati per alta ed altissima tensione in esafluoruro di zolfo, interruttori e sezionatori di media tensione, scaricatori; lo Stabilimento di Stezzano (Bergamo) quadri protetti per interno ed esterno e condotti sbarre; lo Stabilimento di Battaglia Terme (Padova) settore elettromeccanica: interruttori e sezionatori per alta e altissima tensione, il settore meccanica: paratoie, gru e impianti per il trasporto continuo e per il trattamento delle acque e griglie auto pulitrici; lo Stabilimento di Savona trasformatori di misura in olio e resina per media tensione e trasformatori di misura per alta e altissima tensione. La Consociata MAGRINI MERIDIONALE di Casavatore (Napoli) produce interruttori scatolati per bassa tensione, la Consociata F.I.R di San Pellegrino Terme (Bergamo) relè ausiliari e di protezione.

SCHNEIDER ELECTRIC
Siderurgia, macchine per l'industria pesante e per l'industria cantieristica nel XIX° secolo. Elettricità e gestione dell'automazione nel XX secolo. Nei suoi 170 anni di storia, Schneider Electric ha affrontato numerose sfide e adottato importanti scelte strategiche per diventare leader di settore.

  • 1836: i fratelli Schneider rilevano le fonderie di Le Creusot (71), che versano in grandi difficoltà e due anni dopo fondano la Schneider& Cie.
  • 1891: dopo essersi affermata come industria di armamenti, Schneider si rinnova lanciandosi nel mercato emergente dell'elettricità.
  • 1919: insediamento di Schneider in Germania e nell'Europa orientale grazie alla EIFU (European Industrial and Financial Union, Unione industriale e finanziaria europea).
Negli anni seguenti, Schneider si associa a Westinghouse, uno dei principali gruppi internazionali nel settore elettrico. Il gruppo amplia la propria attività avviando la produzione di motori elettrici, apparecchiature elettriche per le centrali e locomotive elettriche.
• Dopoguerra: Schneider ha gradualmente abbandonato gli armamenti concentrandosi su edilizia, siderurgia ed elettricità. L'azienda viene completamente riorganizzata in modo da diversificarsi e aprirsi a nuovi mercati.
  • 1981-1997: Schneider Electric continua a concentrarsi sull'industria elettrica allontanandosi dalle proprie attività non strategiche. Questa politica è stata concretizzata grazie ad acquisizioni strategiche: Telemecanique nel 1988, Square D nel 1991 e Merlin Gerin nel 1992 sono entrate a far parte del gruppo Schneider Electric.
  • 1999: sviluppo di Ultra Terminal grazie all'acquisizione di Lexel, la seconda azienda europea nel settore dell'energia elettrica. Nel maggio 1999, il nome del gruppo viene cambiato in Schneider Electric, per sottolineare ancor più chiaramente l'esperienza nel settore elettrico. Il gruppo si impegna in una strategia di crescita accelerata e competitiva.
  • 2000-2005: crescita dell'organico e perseguimento della propria politica di acquisizione di aziende che permettano a Schneider Electric di posizionarsi in nuovi segmenti di mercato: dialogo uomo-macchina, UPS – sistemi di alimentazione continua, controllo dei movimenti, Voice Data Image, tecnologia di rilevamento, automazione e sicurezza per edifici (Digital, Crouzet, Clipsal, sistemi MGE UPS, TAC, Kavlico, Andover Controls…).
  • 2006-2009: con ulteriori acquisizioni in ambito illuminazione di emergenza, sicurezza degli edifici, home e building automation (OVA e Merten), nonché delle soluzioni per la continuità dell'energia e i datacenter (APC) e la videosorveglianza (PELCO) Schneider Electric conferma la propria vocazione strategica di specialista globale nella gestione dell'energia.
  • 2010-2011: a completamento dell'offerta soluzioni per i settori industriale, edifici del terziario e datacenter vengono integrate le offerte di ELAU, società tedesca leader nei prodotti e soluzioni per il packaging, e di UNIFLAIR, società italiana specializzata nei condizionatori di precisione, sistemi di refrigerazione e pavimenti sopraelevati per l'edilizia.
 Fonte: "Schneider, l'Histoire en force".
(disponibile solo in francese)
Tristan de la Broise et Felix Torres. Edizioni De Monza. Schneider Electric in Italia Per Schneider Electric, l'Italia è sempre stata molto più di un mercato, uno spazio per utili sinergie di sviluppo industriale, di crescita sul piano qualitativo - confermata dalla corrispondenza agli standard e normative internazionali di arricchimento tecnologico e delle risorse umane. Lo dimostra una presenza più che trentennale, fatta di numerose acquisizioni di aziende prestigiose e ricche di storia, da Vanossi alla Magrini Galileo*, da Telemecanique a Square D e a Magrini Meridionale.
Schneider Electric ha saputo rigenerare e potenziare queste realtà industriali, dando ad esse nuove prospettive internazionali e - al tempo stesso - garantendo a ogni cliente locale l'affidabilità, l'avanguardia tecnologica e l'efficienza operativa offerta alla clientela multinazionale.

Le tappe principali:

  • 1982, Acquisizione Vanossi Sud
  • 1984, Acquisizione Magrini Galileo *
  • 1986, Acquisizione Nuova Magrini Meridionale
  • 1988, Acquisizione Telemecanique
  • 1992, Acquisizione Square D
  • 1996, Nascita Schneider Electric
  • 2001, Nascita Schneider Electric Industrie Italia

* Schneider Electric S.p.A. è titolare dei marchi Nuova Magrini Galileo e Magrini Galileo, dei relativi acronimi e loghi, con riferimento ai sistemi e prodotti in media e bassa tensione fino a 37kV e detiene le attività industriali e commerciali, di servizio e di ricerca ad esse relative.

 

ORGANIGRAMMA

In carica per la gestione 2015/2017

  • Presidente: Ubbiali m.d.l. Mario
  • Vice Presidente: Ubbiali Alessandro
  • Segretario: Ubbiali m.d.l. Mario (ad interim)
  • Tesoriere: Ubbiali m.d.l. Mario (ad interim)
  • Consiglieri: Bolis Ermete, Di Gioia Antonio, Foresti Colombo, Orlandi Gabriele, Pelucchi Domenico, Rota Gianfranco
  • Revisori dei Conti: Frigeni Fausto, Giassi Franco, Pesenti Giuseppe

 

TESSERAMENTO

    ANNO 2018
- Soci Ordinari Dipendenti o ex dipendenti Schneider/Magrini € 25,00
- Nuovo Socio Dipendenti o ex dipendenti Schneider/Magrini € 25,00
- Socio Over 80 Dal compimento dell’80° anno fino all’89° anno € 15,00
- Socio Over 90 Dal compimento del 90° anno Gratis
- Socio G.T. Non dipendenti delle Società Schneider/Magrini € 30,00
- Socio Sostenitore Progetto di Sostegno nel campo dell’Istruzione € 50,00


Dati per il Versamento

  • Beneficiario: A. N. L. A. Schneider Electric - Magrini Bergamo
  • Via Circonvallazione Est 1 - 24040 Stezzano (Bg)
  • Banca: Banca Prossima
  • Sede: Piazza Paolo Ferrari, 10 - 20121 Milano
  • Codice BIC: BCITITMX
  • IBAN: IIT67 S033 5901 6001 0000 0128 684
  • Causale: Tesseramento A.N.L.A. 2018


Convenzioni per i Tesserati

  • CAF FENAPI / Patronato INAPI per dichiarazioni dei redditi e pratiche inerenti
  • Tutte le convenzioni ANLA Bergamo consultabili nella sezione "convenzioni" di codesto sito. 

 

Iniziative per i Tesserati

  • Ricreative-Ludiche
  • Turistiche: Gite giornaliere e Soggiorni Marini
  • Servizio Volontario: Autisti Volontari A.N.L.A. (n.8) per Associazione A.N.M.I.C. Provinciale per il trasporto di persone diversamente abili e dializzati e non solo, in ospedali e/o cliniche.
  • Iniziative di tipo legislativo-organizzativo e gestionale di ANLA a tutti i livelli
  • Premio di laurea e studio Cav. Ing Luigi Magrini
  • Premiazione over 80 aderenti all’anla da almeno 5 anni
  • Sostegno agli studenti delle scuole tecnico professionali, Esperia e Cesare Pesenti
  • Premio fedeltà Camera di Commercio e progresso economico

 

CONTATTI

E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Codice Fiscale:
95051830164


Indirizzo Sede:

1) presso Schneider Electric:
Via Circonvallazione Est, 1 - 24040 Stezzano (BG)
Telefono: 035.415.28.46
Fax: 035.41.53.200

Apertura della sede:

Giovedì dalle 15.00 alle 16.30


2) presso A.N.M.I.C.:
Via Autostrada 3 - 24121 Bergamo 

Apertura della sede:

  • Mercoledì dalle 14:30 alle 17:00
  • Venerdì dalle 14:30 alle 16:30

 

INIZIO PAGINA

A.N.L.A. Bergamo